Tu sei qui: Home » Culti Miti e Leggende dell’Antica Sicilia » La Religione nell’Antica Sicilia

Culti Miti e Leggende dell’Antica Sicilia
1. La Religione nell’Antica Sicilia

Al di là della suddivisione in stirpe mediterranea e stirpe indoeuropea, fatta precedentemente, possiamo pensare di individuare, in linea di massima, quattro elementi culturali distinti che tengono conto del fattore temporale con cui si sono succeduti sul suolo siciliano:

  • Un elemento indigeno che comprende tutta la parte culturale tramandata dalle popolazioni sicane e sicule, fiorente prima dell’arrivo dei greci e che interessa soprattutto le aree orientale e centrale e solo in minima parte quella occidentale dell’isola.
  • Un elemento fenicio-punico a cui va associata anche la componente elima, che interessa parte della Sicilia centrale e soprattutto la zona occidentale dell’isola.
  • Un elemento greco che a partire dall’VIII sec. a.C. interessò quasi tutta l’isola e che assorbì, in gran parte, la componente culturale indigena.
  • L’elemento romano che a partire dal III, IV secolo a.C. interessò la nostra isola, confondendosi, data l’affinità culturale, con l’elemento greco presente.

Senza ombra di dubbio, tra i vari popoli che hanno abitato la Sicilia, chi ha dato l’impronta maggiore, per l’elevata cultura morale e religiosa e la fertile fantasia dei suoi scrittori, è stato il popolo greco. La stessa religione romana ha subito un processo di ellenizzazione ancor prima che si sentisse parlare della Sicilia come provincia romana, quindi, l’arrivo dei Romani non ha portato sostanziali variazioni ai culti e alle divinità venerate nell’isola in precedenza. E difatti, dopo il processo di ellenizzazione dei culti latini, l’unica differenza fra le divinità romane e quelle greche era spesso solamente il nome. C’è da dire, comunque, che nel caso in cui ad una divinità ellena (es. Apollo) non veniva associata una corrispondente divinità italica, il recepimento della divinità ellenica avveniva integralmente.

I ritrovamenti archeologici costituiscono una fonte importante per capire quali erano i culti e i miti della Sicilia antica ed  i settori di influenza indigena, punica, greca e romana. Non è rara, comunque, la presenza contemporanea di due o più elementi culturali nello stesso posto, a dimostrazione di una parziale fusione delle varie culture presenti allora nell’isola, come documenta il ritrovamento di alcune edicole funerarie del I. sec. d.C., ora conservate al museo archeologico regionale di Palermo[1], che mostrano contemporaneamente elementi greci, Punici e Romani. Infatti, ai simboli punici di Tanit (un triangolo sul cui vertice sono rappresentati una linea orizzontale e un cerchio), si accompagnano delle iscrizioni in greco, mentre la rappresentazione degli arredi all’interno delle edicole è romana.

 

DIVINITÀ  GRECA

DIVINITÀ  ROMANA

Afrodite

Venere

Apollo            

 Apollo

Ares

Marte

Artemide

Diana

Asclepio

Esculapio

Atena

Minerva

Cronos

 Saturno

Demetra

Cerere

Dioniso

Libero

Efesto

Vulcano

Era

Giunone

Ermes

Mercurio

Estia

Vesta

Poseidone

Nettuno

Zeus

Giove

 

[1] Vincenzo Tusa e Ernesto De Miro: Sicilia Occidentale. p.35

 

Ignazio Caloggero

Culti Miti e Leggende dell’Antica Sicilia di Ignazio Caloggero

Culti Miti e Leggende dell'Antica Sicilia

Share
Share