H1-1: Archivio Heritage

Archivio Heritage

Il progetto “Archivio Heritage” nasce da una idea di Ignazio Caloggero che istituisce nel 1995 il primo Archivio Heritage (Prima Generazione) che nella sua attuale versione (Quinta Generazione), costituisce il primo Archivio Culturale “GeoSociale”, multitematico e territoriale, contenente i beni del Patrimonio Culturale Materiale  (beni culturali storico-artistico, beni paesaggistici e naturali) e Immateriale (tradizione, folklore, arte, enogastronomia, artigianato tipico)  di Sicilia e Malta

L’Archivio presenta le seguenti caratteristiche:

  • GeosSociale: utilizzo di Google Maps, schede interattive contenenti testo, immagini, video e documenti di approfondimento e con la possibilità di inserire recensioni, esperienze. votazioni, commenti e condivisione sui vari social. Laddove è pertinente, il bene è visibile su mappa e su Street view, quindi con una visualizzazione a 360° del contesto in cui si trova il bene.
  • Multi tematico e Multi territoriale:  L’archivio permette la visualizzazione su  pagine web di singole istanze tematiche e/o territoriali. Permette inoltre ricerche avanzate per parole, frasi, luoghi, posizioni o aree geografiche, categorie, sottocategorie e tag;
  • Multilingue: è utilizzato il sistema innovativo di traduzione automatica neurale.
  • Ricerca “Full Text”. Basta una parola o una frase usata all’interno di una qualsiasi scheda per trovare tutte le schede contenenti quella parola. ES. Scrivendo “Zoppo di Gangi” si troveranno tutte le schede contenenti la citazione del famoso pittore di Gangi  

L’archivio Heritage, non è un semplice elenco di beni visualizzabili su mappa, ma è costituito da un Database di nuova generazione con schede contenenti immagini e spesso anche video e documenti di approfondimento. Inoltre, le schede sono interattive e social, gli utenti possono interagire inserendo voti, commenti, recensioni, esperienze e messaggi personali agli autori. Possono anche condividere il tutto sui principali social network. Laddove è pertinente, la scheda ingloba Street View permettendo una visualizzazione a 360° del contesto in cui si trova il bene e del percorso necessario per raggiungere i singoli beni. Dall’archivio è possibile ricavare innumerevoli sotto archivi sia a carattere territoriale (provincie e comuni) sia tematico (natura, archeologia, miti e leggende, registri REI e LIM, enogastronomia, beni vincolati, ecc)

Perché è importante realizzare un Archivio del Patrimonio Culturale (materiale e immateriale) che sia il più possibile ampio? Semplice, ogni componente del patrimonio Culturale, da solo o con altri componenti, è o potrà diventare in futuro, oggetto di interesse anche turistico. Ciò che oggi può sembrare un elemento di poco interesse, con le giuste idee e combinazioni potrà diventare in futuro, ad esempio: una cellula “ecomuseale”, un luogo della memoria, o ancora, contribuire ad arricchire le “attrazioni” di una destinazione turistica se non addirittura a diventare esso stesso una attrazione. In alcuni casi inoltre aiuta a comprendere e individuare alcuni aspetti del territorio compreso gli antichi cammini siculi, greci, romani e bizantini, in quanto la catalogazione e visualizzazione dei siti archeologici sicuramente aiuta ad individuare meglio alcune peculiarità degli antichi percorsi.

Grazie alla suddivisione in categorie ed ad un sistema di filtri l’archivio globale può essere suddiviso in una miriade di  sotto archivi territoriali e tematici, alcuni già realizzati altri potranno essere attivati semplicemente inserendo nuove categorie e tag ai beni già inseriti. Ecco un elenco di archivi e sotto archivi  visualizzabili, anche singolarmente:

  • Archivi territoriali (archivi globali e tematici a livello provinciale e comunali)

Archivi tematici: 

  • Archivio del Patrimonio Naturalistico (globale) a sua volta suddivisibile in:
    • Archivio dei Geositi
    • Archivio degli Alberi Monumentali
    • Archivio Delle Aree Attrezzate Demaniali
    • Archivio dei Siti Natura 2000
    • Archivio delle Riserve e Aree Marine Protette
    • Archivio delle Spiagge
  • Archivio del Patrimonio Materiale (globale) a sua volta suddivisibile in:
    • Archivio dei Monumenti
    • Archivio dei Castelli e delle Rocche
    • Archivio del Patrimonio Vincolato 
    • Archivio Archeologico 
    • Archivio dei Musei
    • Archivio del Barocco
    • Archivio del Liberty 
    • Archivio Casematte, Bunker e Postazioni Militari
  • Archivio del Patrimonio Immateriale (globale) a sua volta suddivisibile in:
    • Archivio dei Miti e delle Leggende
    • Archivio REIS : Registro delle Eredità Immateriali di Sicilia
    • Archivio LIM : Luoghi dell’Identità e della Memoria
    • Archivio Storico
    • Archivio del Patrimonio enogastronomico (globale) 
    • Archivio dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT)

Inoltre tutti i beni hanno ulteriori suddivisione in:

  • Tutti i Beni  
  • Beni in Evidenza (beni di particolare interesse turistico e culturale)
  • Eccellenze (beni di estremo interesse turistico e culturale)

Stato dell’Arte: Al momento l’archivio contiene circa 7.000 beni e luoghi di interesse culturale. Obiettivo dichiarato è arrivare a 10.000 beni entro il 2022 di cui 8.000 entro il 2021.  

Il popolamento delle schede dell’Archivio Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento delle prime informazioni e immagini, inserimento dei contributi successivi che permettono di migliorare, arricchire le informazioni inseriti nella prima fase. 

L’archivio è ospitato su questo portale e accessibile a tutta la comunità sia visitando l’area dedicata Archivio Heritage,  sia attraverso dettagliate viste territoriale o tematiche visualizzate belle varie aree del portale in base al contesto specifico della stessa area.

***

Condividi/Share
Share

Leave a Reply