Parco dell’Alcantara

Tipologia:

  • Parco Regionale istituito il 18/5/2001 (L.R. 6 del 18/05/2001)
  • Elenco delle aree protette (EUAP0859)

Superficie: 1927,48 ettari

Comuni interessati
I comuni ricadenti nell’area del parco sono

11 nella ex provincia di Messina:

  • Francavilla di Sicilia
  • Floresta
  • Gaggi
  • Giardini Naxos
  • Graniti
  • Malvagna
  • Mojo Alcantara
  • Motta Camastra
  • Roccella Valdemone
  • Santa Domenica Vittoria
  • Taormina

3 nella ex Provincia di Catania:

Il Parco fluviale dell’Alcantara è un parco regionale della Sicilia che è stato istituito nel 2001 al posto della preesistente riserva e comprende quella parte di territorio delle province di Messina e di Catania che forma il bacino fluviale del fiume Alcantara, ed è situato nel versante nord dell’Etna, allo scopo di proteggere e promuovere il sistema naturale esistente.

Il territorio attraversato dal fiume Alcantara è di particolare importanza in virtù della sua morfologia creata proprio dallo scorrimento delle acque che lo hanno modellato ed inciso creando, nell’attraversamento di un’imponente serie di colate laviche, nei pressi della Cuba di Santa Domenica in località Giardinelli a 2 km da Castiglione di Sicilia, sono le Forre dell’Alcantara e in località Fondaco Motta (comune di Motta Camastra) delle suggestive e profonde gole a strapiombo, conosciute come le Gole dell’Alcantara. Insieme ad uno spettacolare succedersi di laghetti e dicascate, di acque freddissime, è possibile osservare le stupefacenti strutture laviche colonnari a base prismatica. Disposte a canne d’organo esse decorano per lunghi tratti le pareti di roccia basaltica. Grazie allo studio di tali strutture i geologi hanno potuto elaborare precisi studi sull’evoluzione del vulcano Etna e sulla successione nel tempo delle sue colate più imponenti. Inoltre il fiume nel suo tracciato divide le provincie di Catania e Messina.

Due brevi video tratto da Yutube

 

 https://www.youtube.com/watch?v=Ad7p9WOoK-8

Parco Fluviale dell'Alcantara

 

Condividi/Share
Share

Leave a Reply

Share