Condividi/Share
Share
0.000
Informazioni Dettagliate
Condividi/Share
Share

Serapide

Quanto segue è estratto da: Culti, Miti e Leggende dell’Antica Sicilia (Autore: Ignazio Caloggero – ISBN: 9788894321913)

Di origine asiatica era forse il dio del mare Shar-aphu. Il suo culto fu importato in Egitto dove prese il nome di Serapide e fu associato al culto di Osiride, fratello e sposo di Iside. Il culto dell’antico dio del mare si diffuse in tutto il Mediterraneo e i suoi templi, numerosi, presero il nome di Serapei.

Testa di Serapide – Museo del Bardo – Tunisi

In Sicilia il culto di Serapide dovette arrivare insieme a quello di Iside come dimostrano le monete di bronzo e le iscrizioni cui ho accennato parlando di Iside e del tempio che si trova sotto la chiesa di S. Pancrazio a Taormina. Cicerone (Verrine.I.II.160) parla di un Serapeo in un luogo centrale e frequentato a Siracusa. In effetti, i resti di un antico santuario, con caratteristiche che si discostano dai santuari tipicamente elleni, sono stati rinvenuti a Siracusa nel quartiere dell’Acradina (il principale quartiere dell’antica Siracusa). Che questo santuario, noto come “Ginnasio” perché identificato nel passato con un ginnasio romano [1], sia stato in realtà un Serapeo, cioè un tempio dedicato a Serapide, sarebbe avvalorato, oltre che da antiche fonti letterarie di epoca repubblicana (tra cui quella di Cicerone) che parlano della presenza di un Serapeo a Siracusa, anche da un’iscrizione con dedica a Serapide trovata non molto lontano dal santuario [2]. Monete di epoca romana segnalerebbero la presenza del culto di Serapide anche a Menai [3], nei pressi dell’attuale Mineo.

Tempio di Serapide a Pozzuoli

[1] Il ginnasio, considerato luogo di educazione spirituale e di ritrovo, era un complesso architettonico generalmente costruito in mezzo al verde e costituito da una palestra e da uno stadio.

[2] Filippo Coarelli e Mario Torelli: Sicilia “Guide Archeologiche Laterza” p.242.

[3] Ciaceri Emanuele: Culti e Miti dell’Antica Sicilia p.263

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: web, Ignazio Caloggero

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, Regione Sicilia

Nota esclusione responsabilità

Condividi/Share
Share
Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente)
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Condividi/Share
    Share
    Share