Necropoli di Palazzo Pignatelli
Street View (se presente)
Street View è disponibile solo con Google Maps.
Descrizione

Necropoli di Palazzo Pignatelli

Il palazzo baronale, che domina la piazza principale di Menfi, Piazza Vittorio Emanuele III, venne edificato nel 1638 per volere di Diego Aragona Tagliavia. Da quanto sappiamo dalle fonti (cfr. G. Mistretta, Menfi. Storia, monumenti e tradizioni, Agrigento 1987), questa struttura occupa la stessa area che un tempo fu del castello di Federico II Hohenstaufen di Svevia, costruito nel 1239, di cui resta oggi visibile la torre, parzialmente crollata per il terremoto del 1968, e, prima di questo, della casermetta riferibile alla colonia berbera di Burgiomilluso. Durante i
lavori di restauro del palazzo affettuati nel 1995, nel 2000 e nel 2004 la Soprintendenza BB.CC.AA di Agrigento ha effettuato brevi campagne di scavo archeologico riportando alla luce, negli ambienti del piano terra e nel cortile, i resti di una necropoli paleocristiana

Età Romana Paleocristiana – IV-VI sec. d.C

Area di interesse Archeologico art. 142 lett. m) D.lgs. 42/04  

(Fonte testo scheda di rilevazione n. 100 (MF_04) Piano Paesistico della Provincia di Agrigento  – Beni Archeologici)

Schede Beni Archeologici Piano Paesaggistico di Agrigento

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Contributi informativi:  Web, Regione Sicilia 

Foto:  scheda citata

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

Dai una valutazione (da 1 a 5)
0.000
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione
[contact-form-7 id="18385"]
Share