Condividi/Share
Share
Informazioni Dettagliate
Condividi/Share
Share

Laghetti di Marinello – Tindari

Si narra che  la spiaggia si sarebbe formata miracolosamente in seguito alla caduta di una bimba dalla terrazza del Santuario, ritrovata poi sana e salva sulla spiaggia appena creatasi per il ritiro del mare. La madre della bimba era venuta  ad adorare la Madonna nera del Tindari. Alla vista della Madonna nera rimase delusa, sebbene la statua della Madonna di Tindari sia ornata dalla frase: nigra sum sed formosa, “sono nera ma bella”

Spontaneamente la contadina esclamò:
Hāju vinutu di luntana via ppi vidiri a una cchių brutta di mia! . 

Ritrovando la propria bimba sulla spiaggia sana e salva fece ricredere la donna, 

Bene inserito nel registro LIM della Regione Sicilia (Luoghi del Sacro)  – Settore “Luoghi del Culto Mariano”

  • Laghetti di Marinello

Scheda “I luoghi del Culto Mariano”

Visita la Banca Dati del Patrimonio Culturale Immateriale siciliano  per conoscere altri beni immateriali

Visita Data Maps Heritage: Insieme delle Banche dati del Patrimonio Culturale siciliano   per conoscere altre banche dati (natura, barocco, archeologia, beni materiali e molto altro ancora)

Nota esclusione responsabilità

Condividi/Share
Share
Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente)
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

Your Name (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message

Condividi/Share
Share
Share