Serre di Monte Cannarella (ITA060013)

Tipologia sito: ZSC – Zona Speciale di Conservazione 

Codice: ITA060013 – Ettari: 1222

Descrizione:

Il sito, che si estende per 903 Ha, ricade nel territorio del comune di Enna.I suoli sono argillosi. Sul pendio guardante a nord i suoli, peraltro equilibrati,
presentano una eccedenza della componente sabbiosa. Sulla superficie del suolo nella parte sud affiorano spuntoni rocciosi costituiti da calcari, calcari gessosi e
gessi risalenti alle precipitazioni di soluto in bacino chiuso nel Messiniano.Il clima è mesomediterraneo secco nel versante sud e mesomediterraneo umido nel
versante nord secondo la terminologia di Rivas Martinez.Il sito si presenta con caratteri molto diversi a seconda dell’esposizione. Nelle parti esposte a sud si
presentano forme vegetazionali di habitat arido afferenti alle pseudosteppe dominate da Ampelodesmos mauritanica o da Hyparrenia hirta. Raramente e solo su
suoli argillosi dilavati appaiono formazioni dominate da Lygeum spartum. Laddove il substrato gessoso è decisamente affiorante si presentano in grande purezza
formazioni a Coridothymus capitatus con corteggio di Micromeria graeca, Cachrys sicula, Petrorhagia illyrica, Asperula cynanchica, Seseli tortuosum var.
tortuosum, Bonannia graeca, Matthiola fruticulosa subsp. coronopifolia, Odontites rigidifolius var. citardae. Nelle parti esposte a nord si presentano forme
degradate di quercete caducifoglie a Quercus virgiliana. I pendii frequentemente presentano plantule di Q. virgiliana, fatto indicativo della tendenza alla
ricostituzione della querceta. Alle querce si accompagnano Fraxinus ornus, Crataegus monogyna, Ulmus minor, Buplerum fruticosum, Senecio lycopifolius,
Festuca circummediterranea, Euphorbia characias.
4.2 Quality and importance
Importante affioramento di una succesione evaporitica Messiniana dominato da pseudosteppe con perennanti e annuali dei Thero-Brachypodietea e dei
Tuberarietea guttatae.Di un certo rilievo è la presenza delle tre endemiche Matthiola fruticulosa subsp. coronopifolia, Bonannia graeca (presente anche in Grecia)
e Odontites rigidifolius var. citardae. Un indicatore della possibilità di recupero da parte della vegetazione climacica è rappresentato dalla presenza sul versante
nord di varie orchidee tra cui: Barlia robertiana, Ophrys bertolonii, Ophrys bombyliflora, Ophrys lutea, Orchis italica.Nel contesto molto antropizzato nel quale si
colloca, il sito riveste comunque un importante ruolo ecologico come serbatoio di biodiversità e corridoio ecologico. Notevole è la presenza del Lanario e di un
buon numero di specie di invertebrati endemiche e talora rare, legate ad ambienti aperti xerici e subxerici.

 

Fonte: Ministero dell’Ambiente Formulario Natura 2000

Dati ministeriali: Formulario Natura 2000

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: web

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, Regione Sicilia

Nota esclusione responsabilità

Facebook Comments

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente). Pertinente solo se riferito a beni tangibili con indirizzo associato.
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Facebook Comments

    Share