Tu sei qui: Home » Politica del Kaizen » Il Progetto Politica del Kaizen

Il Progetto

CONCETTI INTRODUTTIVI.

Prima di iniziare è necessario individuare alcuni termini che saranno utilizzati; è importante partire dallo stesso significato formale di qualità, nel nostro caso il significato della qualità in un partito politico.

Qualche migliaio d’anni fa Socrate ebbe a dire:

L’origine della saggezza è la definizione dei termini

e ad Aristotele è attribuita la seguente frase:

Quante dispute potrebbero essere ridotte a un unico comma se i contendenti osassero definire i termini del problema.

Se si vuole quindi parlare di qualità bisogna evitare di dare un significato astratto al termine, in più di un’occasione ho fatto presente (e continuerò a farlo) che i termini “qualità” e “beni culturali” subiscono ultimamente lo stesso trattamento, usatissimi negli slogan e nei comizi attenti alla moda, spesso abusati ma poco conosciuti, il significato che a loro è assegnato è lo stesso che Benedetto Croce dava al concetto di arte:

“L’arte è ciò che tutti sanno cosa sia”

Ecco che in mancanza di una definizione formale questi concetti sono individuati in tutto quello che la nostra società riconosce come tali.

Una definizione della qualità  potrebbe essere la seguente:

Capacità di un insieme di caratteristiche inerenti una entità di confermare le aspettative ad essa riferibili da tutte le parti interessate

 Esiste la necessità di individuare per ogni settore gli elementi base a cui va applicato il concetto di qualità:

  • l’entità cui va applicata la qualità.Prodotto specifico, sistema, servizio, attività, organizzazione o una qualsiasi combinazioni delle precedenti (nel nostro caso potremmo anche parlare di strutture ricettive, territorio, bene culturale, monumento, ecc.;)
  • parti interessate (chi esprime le aspettative o i bisogni) in funzione dell’entità.Che a seconda i casi si può chiamare cliente, utente, turista, fruitore del bene o servizio culturale, cittadino o addirittura la società stessa;

Una volta definita la qualità, dobbiamo essere in grado di misurarla e quindi di confrontarla, altrimenti non sarà possibile valutare i risultati ottenuti. Per fare questo bisogna necessariamente dotarsi di un opportuno sistema di rilevazione della qualità e quindi di specifici fattori che dovranno tenere conto della particolare realtà operativa cui questa qualità va applicata.

Il concetto di qualità è uguale per qualsiasi settore, ciò che cambia è la sua misurazione attraverso i fattori ed i relativi indicatori che dovranno essere individuati caso per caso.

Nel nostro caso l’entità cui va applicata la qualità è il partito (o movimento politico) e di conseguenza anche tutti i soggetti e le strutture organizzative che in qualche modo lo rappresentano; nel seguito parlando di partito ci si potrà riferire sia al partito inteso come tale, sia ad una sua struttura decentrata come potrebbe essere un organismo di partito a livello cittadino in quanto, essendo dotato di un certo grado d’autonomia i singoli fattori e i relativi indicatori possono essere misurati a livello locale.

Bisogna poi individuare le parti interessate (chi esprime le aspettative o i bisogni), in altre parole l’utente; in un partito questi non è solo chi s’iscrive ma chiunque abbia votato il partito. Ma un partito che governa una città, una provincia, una Nazione intera, non può pensare ad una fascia così ristretta di utenza, deve sapere che la sua utenza è l’intera comunità è quindi deve rispettare anche i bisogni di coloro che hanno votato un altro partito o di coloro non ha votato affatto; infine se pensiamo che le azioni di oggi hanno conseguenze per il domani, si capisce come anche la società di domani faccia parte dell’utenza di un partito. Nel documento, sarà usato il termine “Partito”,  ovviamente tali concetti sono applicabili  anche a quelli che vengono chiamati “movimenti politici”.

Qualità di un Partito:

L’insieme delle proprietà e delle caratteristiche di un Partito che conferiscono ad esso la capacità confermare le aspettative ad essa riferibili da parte dei propri iscritti e della società presente e futura.

Qualità significa quindi capacità di soddisfare le esigenze altrui e questo è possibile attraverso il rispetto per il prossimo.

Qualità significa anche capacità di raggiungere gli obiettivi stabiliti (efficacia), ma nel fare questo non bisogna dimenticare di farlo nel miglior modo possibile; infatti, quando le risorse umane materiali e finanziare disponibili scarseggiano è di vitale importanza ottimizzare ciò che si ha a disposizione (efficienza).

Ecco quindi che in ultima analisi qualità significa capacità di soddisfare le esigenze altrui ottimizzando le proprie risorse.

Prima di iniziare con gli aspetti della qualità relativa alla struttura di un partito, potrebbe essere utile, per chi desidera approfondire il concetto stesso di qualità, approfondire l’argomento associato al concetto di Fattori e indicatori della qualità nel Turismo e nella Gestione del Patrimonio Culturale:

 Fattori e Indicatori della qualità nel turismo e nella gestione del Patrimonio Culturale 

Infatti, come vedremo, molti dei fattori e degli indicatori della qualità trattati nell’articolo indicato sono perfettamente applicabili anche al settore della politica.

 

 

Share
X
X