Tu sei qui: Home » Heritageimmateriale » Nocciolata

Nocciolata

Verified
Nocciolata gualtieri sicamino2.jpg
Nocciolata gualtieri sicamino2.jpg
Nocciolata gualtieri sicamino.jpg
Gualtieri Sicaminò, ME, Italia
Strada Provinciale 64 Gualtieri Sicaminò Sicilia 98040 IT

Nocciolata – Gualtieri Sicaminò

 nocciolata-gualtieri-sicamino2

Inserimento scheda: Heritage Sicilia 

Nota : Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire fornendo informazioni e/o immagini anche attraverso il gruppo facebook “Heritage Sicilia

Visita la Banca Dati del Patrimonio Culturale Immateriale siciliano  per conoscere altri beni immateriali

Visita Data Maps Heritage: Insieme delle Banche dati del Patrimonio Culturale siciliano   per conoscere altre banche dati (natura, barocco, archeologia, beni materiali e molto altro ancora)

———————————————- 

Scheda tecnica elaborata da: Regione Sicilia – Dipartimento dei beni culturali e dell’identità siciliana – CRicd: Centro regionale per l’inventario, la catalogazione e la documentazione e filmoteca regionale siciliana

 

N. Prog.
143
Bene
Nocciolata
Libro
REI – Libro delle celebrazioni
Data approvazione
17-11-2010
Categoria
Festa patronale
Provincia
Messina
Località
 
Comune
Gualtieri Sicamino’
Denominazione locale
 
Notizie Cronologiche
La Nocciolata, legata alla festa liturgica di San Nicola, risale probabilmente al Settecento. Già all’epoca, la parrocchia si occupava dell’acquisto delle nocciole e del montaggio di un apposito “castello” per consentirne il lancio dall’alto.
Ricorrenza
Annuale
Data
6 Dicembre
Occasione
 
Funzione
Tradizionale
Attori
Gruppi di uomini accompagnati dalla banda musicale e preceduti dal bettalaru (portatore della bisaccia), bussano di porta in porta chiedendo fichi e noci (giorni 3-4-5 precedenti la festa del 6 Dicembre).
Bettalaru è colui che raccoglie nella sua bisaccia le offerte ricevute. Le autorità locali lanciano le nocciole dai balconi su Piazza Duomo.
Partecipanti
Comunità locale,turisti
Descrizione
Nel giorno in cui la chiesa celebra la festa liturgica di San Nicola, il 6 Dicembre, a Gualtieri Sicaminò le funzioni si svolgono solo in chiesa con le rituali preghiere, le celebrazioni eucaristiche e la novena che scandisce i nove giorni precedenti la festa. Nei giorni 3-4-5 dicembre, alcuni gualtieresi, dopo la novena, si riuniscono in gruppi. Ciascuno di essi, preceduto dal cosiddetto bettalaru (portatore della bisaccia) e accompagnato dalla banda musicale, bussa di porta in porta per le vie del paese, chiedendo un’offerta di fichi, noci e nocciole (chiedono in dialetto fica e nuciddi ). Viene rievocata così una delle scene descritte tra le strofe dell’antico inno a San Nicola che viene intonato prima di bussare: Viva, viva Santa Nicola.
 
Ch’è lu nostru caru patri
E nui semu amati figghi.
E apposta vinimmu e pi cantari.
E’ longa a via c’avemu a fari.
E bettularu, e chiana cca, chi lu Santu ci pruvvidirà;
e ci pruvvidi e ci cunsola,
Viva, viva Santa Nicola!
 
In questo contesto, la tradizionale Nocciolata consiste nel lancio di nocciole che le autorità fanno dai balconi su Piazza Duomo. La folla per strada attende il lancio, oltre mille chili di frutta secca dal guscio legnoso che picchia sulle teste di un pubblico composto da anziani e giovani che cercano di raccoglierne il più possibile. Per i più piccoli la distribuzione delle nocciole avviene a parte, evitandogli il lancio dall’alto. Il legame di questo secolare gesto tradizionale con San Nicola è dovuto al fatto che il Santo è riconosciuto come dispensatore non solo di grazie spirituali ma anche materiali. Infatti, molti prodigi tramandati dai fedeli raccontano di distribuzione di alimenti in tempi di carestia e i suoi devoti si rivolgono a lui per ogni occasione: fame, pestilenze, guerre, terremoti, calamità naturali… Le nocciole sono inoltre frutto autunnale e simbolo di fertilità già ai tempi dei romani, che proprio nel periodo del mese di dicembre festeggiavano i Saturnalia, feste in onore del dio Saturno (dio della semina, considerato generoso dispensatore dei frutti della terra). È possibile che la tradizione e la devozione a San Nicola si sia mischiata ad antichi elementi pagani di tradizione romana.
 
Confronta schede:
Bibliografia
Biviano, Franco. 2012. Presente e passato di Gualtieri Sicaminò. Gualtieri Sicaminò: Comune.
Sitografia
 
Filmografia
 
Discografia
 
Note
Il tradizionale “lancio delle nocciole” è presente anche nella vicina località di San Pier Niceto.
L’immagine del vescovo San Nicola, dispensatore di doni e di grazie, è divenuto da tempo simbolo stesso di prosperità e abbondanza, spesso associato alla figura di Babbo Natale. Sankt Klaus, Saint Claus, Sinterklaas, San Nicolò, sono nomi riferiti ad un solo personaggio in ogni parte del mondo. Le nocciole che i bambini aspettano entusiasti insieme a tutta la folla radunata a raccoglierle in Piazza Duomo, a Gualtieri Sicaminò, rappresentano quasi un’anticipazione dei doni natalizi.
Autore Scheda
Mariangela Riggio
Nocciolata gualtieri sicamino2.jpg 3 years ago
Nocciolata gualtieri sicamino.jpg 3 years ago
Showing 2 results
Rating
Featured/Unfeatured
Claimed/Unclaimed
Showing 1 - 40 of 146 results
Share