Tu sei qui: Home » Heritageimmateriale » Leggende della Cuba delle Rose

Leggende della Cuba delle Rose

rose.jpg
E90, 91011 Alcamo TP, Italia
A29 Palermo - Mazara del Vallo Sicilia 91011 IT

Leggende della Cuba delle Rose

La Cuba delle Rose è una antica cisterna araba che si trova vicino ad Alcamo. L’edificio era la fonte di rifornimento d’acqua per gli abitanti che risiedevano nel distretto medievale di Calatubo. Alla Cuba delle Rose sono legate alcune leggende.

vero amore, riverso tutto il suo affetto verso suo figlio Ugo Papè che ben presto fu indirizzato dal padre a prendere i voti diventando uno dei più grandi vescovi della diocesi di Mazara del Vallo(ancora oggi ricordato per le sue opere).

Ancora una volta priva dell’amore, la baronessa, divenuta principessa all’atto del matrimonio, riversò tutto il suo affetto verso le sue amate rose, da lei coltivate segretamente per non farsi vedere dalle cortigiane e dai residenti; secondo la leggenda esse fiorivano solo di notte e in sua presenza, e da quando lei morì, nel 1769, le rose smisero di fiorire. Ma si racconta: che ogni anno, la notte del 19 febbraio, il suo fantasma, con un candeliere in mano esce dal Castello di Calatubo per recarsi in giro per la Cuba in cerca dei suoi amati fiori.

Altre leggende sono legate all’antico serbatoio arabo; si dice anche che la Cuba fosse nota per la sua riconosciuta peculiarità di profetizzare l’incombente nefasto futuro, tramite i riflessi della luna piena nello specchio delle sue limpide acque.

Un’altra antichissima leggenda rievoca la storia dell’eterno amore tra due giovani nobili legati a baronie di fazioni opposte, durante il tremendo periodo (1300) delle fratricide guerre baronali per la gestione dei feudi. Una storia d’amore e di morte che non ha nulla di meno della più nota storia di Giulietta e Romeo. (Fonte: wikipedia)

:Visita la Banca Dati del Patrimonio Culturale Immateriale siciliano e maltese  per conoscere altri beni immateriali

Visita Data Maps Heritage: Insieme delle Banche dati del Patrimonio Culturale siciliano e maltese e  per conoscere altre banche dati (natura, barocco, archeologia, beni materiali e molto altro ancora)

Nota esclusione responsabilità

Showing 1 result
Rating
Featured/Unfeatured
Claimed/Unclaimed
Share