Tu sei qui: Home » Heritagegastronomia » Moscato di Pantelleria
Verified
bottiglia-bicchiere-vino-bianco-doc.jpg
Vini   DOP   DOC
Contrada Dietro Isola Sicilia 91017 IT

Moscato di Pantelleria

Tipologia: Tipologia: DOP/DOC – Vino

Zona di produzione: Pantelleria

Riconoscimento: 14/04/2004

Disciplinare: Scarica il disciplinare

SCHEDA PRODOTTO

Il Moscato di Pantelleria DOP o Passito di Pantelleria DOP e Pantelleria DOP comprende le seguenti tipologie di vino: Pantelleria DOP che comprende Bianco, Moscato Spumante, Moscato Liquoroso, Moscato Dorato, Passito Liquoroso e Zibibbo Dolce; Moscato di Pantelleria e Passito di Pantelleria.

Zona di produzione

La zona di produzione del Moscato di Pantelleria, Passito di Pantelleria e Pantelleria DOP comprende i territori dell’intera Isola di Pantelleria in provincia di Trapani, nella regione Sicilia.

Uvaggio

Moscato Spumante, Passito, Passito Liquoroso, Moscato Liquoroso, Moscato, Moscato Dorato, Zibibbo Dolce: Zibibbo 100%. Bianco (anche Frizzante): Zibibbo minimo 85%, da soli o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 15%.

Descrizione tipologie di prodotto

Il Pantelleria DOP Bianco è di colore paglierino che evolve in un dorato luminoso; all’esame olfattivo spiccano gli aromi delle margherite al sole e della frutta estiva, con ritorni di fresca vegetalità; al palato risulta intenso, con avvolgenti sensazioni agrumate che conducono a un finale dove alcol e acidità si fondono in un insieme di estremo equilibrio. Può presentare anche la versione Frizzante. Il Pantelleria DOP Moscato Spumante è di colore paglierino, con riflessi dorati e con una spuma fine e persistente; al naso presenta sentori di vaniglia e cannella che ben si combinano con quelli dei dolci a pasta di mandorle e del miele caldo; il sapore è sensuale, con accenti di frutta candita, arancia, lieviti e brioches che portano a un finale di grande persistenza. Il Pantelleria DOP comprende inoltre le tipologie Moscato Liquoroso, Moscato Dorato, Passito Liquoroso e Zibibbo Dolce. Il Passito di Pantelleria DOP è di colore giallo dorato, tendente all’ambra; al naso spiccano gli aromi intensi di frutta a polpa gialla ben matura e girasoli, combinati a quelli di pasticceria da forno e a netti ricordi di fichi secchi e dolci al miele; l’ingresso in bocca è avvolgente, con note speziate di cannella e una sensazione agrumata che restituisce freschezza al finale persistente. Il Moscato di Pantelleria DOP ha un colore giallo dorato con riflessi vividi; al naso sprigiona una trama olfattiva ricca dei profumi varietali del moscato accompagnati da fiori bianchi, miele, albicocca, cedro candito e note vanigliate; al palato risulta dolce, morbido, di corpo e intenso, con sapori netti di miele, buccia di arancio candita e pasta di mandorle, tutti riscontrabili nel finale lungo e persistente. Può presentare anche le tipologie Moscato Liquoroso e Moscato Dorato. Il vino Moscato di Pantelleria DOP deve essere ottenuto dalla fermentazione di mosto da uve fresche. Il vino Passito di Pantelleria DOP deve provenire da uve sottoposte ad appassimento al sole. È consentita la protezione delle uve da eventuali intemperie. È escluso qualsiasi arricchimento del mosto o del vino, tranne l’eventuale aggiunta, anche dopo il 30 novembre di ogni anno, di uva appassita al sole con una concentrazione massima in zuccheri del 60%. Il vino Pantelleria DOP Moscato Liquoroso deve essere ottenuto dalla fermentazione di mosto da uve fresche. Il vino Passito di Pantelleria DOP Liquoroso deve essere ottenuto da uve sottoposte, in tutto o in parte, ad appassimento naturale o in ambiente condizionato. Per l’ottenimento di tali vini deve essere escluso qualsiasi arricchimento tranne l’aggiunta obbligatoria di alcol di origine viticola da effettuarsi durante o dopo la fermentazione e per il Passito DOP Liquoroso l’eventuale aggiunta di uva passa con una concentrazione massima in zuccheri del 60%. Il vino Passito di Pantelleria DOP non può essere immesso al consumo prima del primo luglio dell’anno successivo alla produzione delle uve. La tipologia Pantelleria DOP Passito Liquoroso non può essere immesso al consumo prima del primo febbraio dell’anno successivo alla vendemmia. Le operazioni di vinificazione, appassimento e alcolizzazione delle tipologie liquorose devono essere effettuate nell’isola di Pantelleria; le operazioni di spumantizzazione e frizzantatura devono essere effettuate nell’ambito dell’intero territorio della regione Sicilia. L’imbottigliamento dei vini Moscato di Pantelleria DOP e Passito di Pantelleria DOP deve avvenire all’interno della zona di vinificazione.

Specificazioni aggiuntive

Per la denominazione Moscato di Pantelleria, Passito di Pantelleria e Pantelleria DOP le tipologie Moscato Liquoroso, Moscato Spumante, Moscato Dorato, Passito Liquoroso, Zibibbo Dolce, Bianco e Frizzante, vanno riportate in etichetta sotto la Denominazione d’Origine Protetta. Nell’etichettatura del vino Passito di Pantelleria è consentito riportare in etichetta “vino ottenuto da uve appassite al sole”.

Fonte Scheda: Banca Dati Qualigeo

Scopri altri aspetti della Banca Dati Patrimonio Enogastronomico siciliano 

Può interessarti una visione più ampia: Ricette e Sapori del Mediterraneo 

Se vuoi invece conoscere tutte le banche dati del Patrimonio Culturale siciliano: Data Maps Heritage

bottiglia-bicchiere-vino-bianco-doc.jpg 2 years ago
  • You must to post comments
Showing 1 result
Rating
Featured/Unfeatured
Claimed/Unclaimed
vino-696x522.jpg
Vini   DOP   DOC
5.14 km
Showing 2 results
Share
X
X