Condividi/Share
Share
Informazioni Dettagliate
Condividi/Share
Share

Rocche di Castronuovo, Pizzo Lupo, Gurghi di S. Andrea

Tipologia sito: ZSC – Zona Speciale di Conservazione

Codice: ITA020011 – Ettari: 1795

Descrizione: 

L’area del SIC si estende complessivamente per una superficie di circa 1736 ettari, interessando i territori dei comuni di Castronovo di Sicilia e Cammarata. Si tratta di una vasta area prevalentemente boscata localizzata nella valle del Platani, la quale include i rilievi sovrastanti l’abitato di Castronovo, quali appunto Pizzo della Guardia (973 m) ed Il Casséro (1031), nonché quelli di Pizzo Lupo ( 1092) e Pizzo S. Cono (m 958), localizzati sul versante opposto; rientra nel sito anche un tratto del Fiume Platani. Va segnalato che – a differenza di quanto indica il toponimo del SIC – l’attuale delimitazione riportata nella scheda ufficiale esclude invece il Gurgo di S. Andrea (Lercara Friddi), localizzato appunto ai margini esterni dell’area. Considerato che trattasi di un biotopo di rilevante interesse naturalistico, più volte citato nella letteratura geobotanica (LOJACONO-POJERO M, 1888-1909; RAIMONDO F.M., GIANGUZZI L. & ILARDI V., 1992; ecc.) per la presenza di alcune specie vegetali di rilevante interesse fitogeografico (Nepeta tuberosa, Utricularia australis, ecc.), sarebbe necessaria una corretta ridelimitazione del SIC, che preveda l’inclusione della stessa area all’interno del SIC.Dal punto di vista geologico, nel territorio dominano prevalentemente i terreni carbonatici e silico-carbonatici delle Unità Sicane, oltre a substrati argillosi; sotto l’aspetto bioclimatico l’area rientra all’interno della fascia mesomediterranea (con ombrotipo variabile dal subumido inferiore al subumido superiore). L’elevata eterogeneità ambientale diversifica un paesaggio vegetale assai articolato e vario, nel cui ambito si rilevano le seguenti unità seriali: – dell’Olivastro (Oleo-Euphorbio dendroidis sigmetum); – del Leccio (Aceri campestris-Querco ilicis sigmetum);- della Quercia castagnara (Oleo-Querco virgilianae sigmetum);- del Salice pedicellato (Ulmo-Salico pedicellatae sigmetum);Alle succitate serie sono altresì da aggiungere le microgeoserie legate a condizioni edafiche particolari, come nel caso delle pareti rocciose, delle aree detritiche, delle pozze d’acqua, ecc.

Si tratta di un’area di rilevante pregio naturalistico-ambientale e paesaggistico. Nella sezione 3.3, indicate con la lettera D, sono elencate entità vegetali la cui presenza nel territorio è ritenuta di rilevante interesse fitogeografico. Il sito presenta una fauna comprendente specie di vertebrati rare e/o minacciate.

Fonte: Ministero dell’Ambiente Formulario Natura 2000

Dati ministeriali: Mappa Ministeriale  Formulario Natura 2000

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: web

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, Regione Sicilia

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

Condividi/Share
Share

Facebook Comments

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente)
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Condividi/Share
    Share

    Facebook Comments

    Share