Voti, Commenti e Esperienze utente
Dai una valutazione (da 1 a 5)
0.000
Luogo
Grotta Molara, Palermo

Riserva Naturale Orientata Grotta della Molara

Tipologia sito
RNO = Riserva Naturale Orientata

Codici WDPA/EUAP:  assenti

  • Ex Province interessate: Palermo
  • Comuni interessati:  Palermo
  • Istituzione: D.A. n. 438 del 9.04.2008

Decreto in GURS: http://www.gurs.regione.sicilia.it/Gazzette/g08-49/g08-49-p19.html

Scarica allegati al decreto di istituzione:  g08-49-c

 

Descrizione:

La Riserva Naturale Orientata “Grotta della Molara” è stata istituita, ai sensi dell’art. 4 della legge regionale n.14/88 con Decreto dell’Assessore Regionale al Territorio ed Ambiente del 9 aprile
2008, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 49, parte I del 24.10. 2008. La riserva naturale è tipologicamente individuata, ai sensi dell’art. 6 della legge regionale n. 14/88, come riserva naturale orientata al fine di tutelare i luoghi caratterizzati dal notevole interesse carsico – sia epigeo che ipogeo – per l’esistenza di tre grotte (Grotta Molara, Grotta del Coniglio Morto e Grotta degli Spiriti «Zubbio della Molara» ) che assommano importanza paleontologica per la presenza di resti dell’estinta fauna quaternaria e paleontologico. La RNO “Grotta della Molara”, ricade alle pendici del gruppo montuoso di Billiemi per l’esattezza in Contrada Pitrazzi. La zona, costituita dai calcari coralligeni del Trias-Giura (Era Mesozoica), è di notevole interesse per i fenomeni carsici che hanno dato origine a tre grotte in cui si rinvengono fossili dell’estinta fauna quaternaria e testimonianze della presenza di popolazioni umane preistoriche. 
Nell’area circostante la riserva sono presenti i segni di antiche coltivazioni legnose: sparuti esemplari di Olivo, Fico, Mandorlo, Carrubo ed un nucleo di Fichi d’India. Oltre ad alcuni esemplari di Cipresso, sono presenti la Bambagella, la Vulneraria, la Cerinte maggiore, la Calendula dei campi e la spinosa Scarlina. 
 
La Riserva è, comunque, caratterizzata dalla presenza di Rovo comune, di Ferula, di Ricino, e Sommacco. Tra la fauna presente in riserva troviamo esemplari di Martora, Gheppio, Rondine montana, Ramarro occidentale, Istrice, Biacco e diversi esemplari di Lepidotteri e altri insetti.  Mostra meno
 

(Fonte testo: https://www.facebook.com/GrottaMolara/ )

Link di approfondimento: https://www.lasiciliainrete.it/storia-di-sicilia/i-sentimenti-religiosi-e-le-sepolture-nel-paleolitico-e-nel-mesolitico/

 

 

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto e video: web

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, Web 

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

 

 

 

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente). Pertinente solo se riferito a beni tangibili con indirizzo associato.
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Share This Post
    Share