Pranzo delle Verginelle
Street View (se presente)
Descrizione
Pranzo delle Verginelle

 

———————————————- 

Scheda tecnica elaborata da: Regione Sicilia – Dipartimento dei beni culturali e dell’identità siciliana – CRicd: Centro regionale per l’inventario, la catalogazione e la documentazione e filmoteca regionale siciliana

N. Prog. 97
Bene: Pranzo delle Verginelle
Libro: REI – Libro delle celebrazioni
Data approvazione: 13-04-2007
Categoria:Festa/Cerimonia
Provincia: Catania
 
Comune: Motta Sant’Anastasia
Denominazione locale: I Vicineddi
Notizie Cronologiche
l pranzo delle verginelle è lo storico pranzo che durante l’Ottocento i signori della città offrivano, nella settimana antecedente la festa di San Giuseppe, ai figli dei poveri contadini.
L’usanza di queste tavole imbandite di ogni bene e di prodotti tipici dell’epoca si estese anche al ceto medio, fino ad arrivare ai nostri giorni con l’usanza di invitare alcuni giovani del vicinato celebrando i cosiddetti “vicineddi“.
Ricorrenza: Annuale
Data: 19 Marzo
Occasione: Festeggiamenti in onore di San Giuseppe
Funzione: Sociale e religiosa
Attori: Comunità locale
Partecipanti : I poveri e gli anziani
Descrizione
Il pranzo delle Verginelle è una pratica tradizionale diffusa in diverse località della Sicilia in occasione della festività di San Giuseppe.
Nella cittadina di Motta Sant’Anastasia la tradizione dei “Virgineddi” è da molti praticata come ex-voto in onore del Santo fallegname.
La tradizione si è mantenuta inalterata e attualmente al “pranzo” prendono parte anche le persone anziane. Le tavolate vengono allestite alcuni giorni prima della festa, tanto da esser visitate dalla popolazione intera. Queste sono imbandite con ricche pietanze e prodotti tipici della terra come pasta con ceci o finocchietti selvatici, riso con le lenticchie, broccoli stufati, frittate di asparagi, prodotti della terra come finocchi e carciofi. Non possono mancare i dolci tra cui i ravioli e i cannoli con la ricotta, i dolci a base di mandorle e altre specialità tipiche del luogo, come le “Sfince di San Giuseppe”. Elemento caratteristico delle ricche tavole è il pane di San Giuseppe, preparato in molteplici tradizionali forme, caratterizzato da una doratura ottenuta dalla chiara d’uovo stesa sulla superficie e guarnito con papaverina.
 
  
 
Autore Scheda: Francesca Maria Riccobene

 

Condividi/Share
Share
Luogo
Dai una valutazione (da 1 a 5)
5.001
Luogo
6 Via XX Settembre
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Condividi/Share
    Share
    Share