Condividi/Share
Share
Informazioni Dettagliate
Condividi/Share
Share

Pasta alla crema di latte, “Pasta all’antica”

pasta-alla-crema-di-latte-pasta-allantica

Prodotto inserito nell’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali (PAT)

Tipologia PAT : Paste fresche  e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria

Area di Produzione

Scheda tecnica del prodotto agroalimentare tradizionale (P.A.T)

 

Territorio interessato alla produzione: Montelepre.

Descrizione sintetica del prodotto: Dolce molto povero della tradizione pasticciera di Montelepre, ancora oggi presente nelle vetrine dei pasticceri monteleprini.

Descrizione delle metodiche di lavorazione e stagionatura: Esecuzione per la preparazione della pasta: si amalgamano tutti gli ingredienti sotto descritti e si aggiunge la farina. Appena ultimato l’impasto, stirarlo fino a portarlo allo spessore di 1 cm. circa, fare dei dischetti di circa 7 cm. di diametro ciascuno e, infine  infornarli a temperatura di circa 250°C, per circa 10 minuti.

Esecuzione per la preparazione della crema di latte: si amalgamano tutti gli ingredienti sotto descritti, sciogliendo bene il composto aggiungendo il latte si evita la formazione di grumi. Versare in un tegame e portare ad ebollizione; tagliare la buccia di limone e passare la crema al setaccio; tagliare la pasta a dischetti,

 

farcire con crema e richiudere con un secondo dischetto. Infine velare con lo zucchero fondente la parte a contatto con la teglia e guarnire con granella di mandorle.

Materiali e attrezzature specifiche utilizzate per la preparazione e il condizionamento: Ingredienti per  la pasta: 1 Kg. di farina, 250 gr. di zucchero, 200 gr. di sugna, 50 gr. di ammoniaca, 2 tuorli d’uovo,   vaniglia

q.b. e 200 cl. di latte. Ingredienti per la crema di latte: 350 gr. di zucchero, 80 gr. di amido, 50 gr. di farina, vanillina q.b., buccia di limone, 1 lt. di latte.

Descrizione dei locali di lavorazione, conservazione e stagionatura: Trattandosi di pasticceria fresca non occorre di stagionatura. Si mantiene bene per circa due giorni a temperatura ambiente.

Elementi che comprovino che le metodologie siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni: Risale alla prima metà del 1900, e veniva preparato dal pasticciere Salvatore Pizzurro in occasione dei ricevimenti.

Fonte Schede Pat: Regione Sicilia 

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Contributi informativi:  Web, Regione Sicilia

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

Condividi/Share
Share
Informazioni di contatto
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

Your Name (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message

Condividi/Share
Share
Share