Voti, Commenti e Esperienze utente
Dai una valutazione (da 1 a 5)
0.000
Luogo
Via Lincoln, 71, Palermo

Palazzo Jung

Via Lincoln.
Il palazzo, faceva parte di quella cortina edilizia che, a partire dalle fine del ‘700, aveva occupato l’area di risulta dell’antico fossato della città e si era assiepata a ridosso dei bastioni e delle mura cittadine ormai in disuso. Il Palazzo risponde nello stile e nella visione architettonica dello spazio alle esigenze imprenditoriali della nuova classe capitalista, alla quale si doveva il risveglio del commercio e della finanza siciliana. Realizzato alle fine del ‘700, in un’epoca di forte espansione della città, ebbe nei baroni di Verbumcaudo i suoi primi proprietari che lo fecero costruire come simbolo di un’acquistata nobiltà. L’edificio, residenza privata fino agli inizi del Novecento quando in una cartolina dell’epoca lo si ritrova sotto il nome di Pensione Tersenghi. Il palazzo viene acquistato nel 1921 dalla famiglia Jung.
Acquistato nel 1959 dall’ Ente Provinciale per il Turismo, il palazzo è destinato a sede dell’Istituto Professionale Alberghiero di Stato – subisce, per esigenze di istituto professionale, pesanti trasformazioni – fino alla metà degli anni Ottanta, quando l’Istituto si trasferisce, determinandone il totale abbandono fino al 2000 quando la Provincia avvia lavori di restauro. Al di là del prospetto a tre ordini, con un portale con balcone decorato da colonne in pietra, si apre la corte da cui si domina il suggestivo giardino, anche questo restituito dalla Provincia alla fruizione del pubblico. La struttura ha forti richiami neoclassici, come molti edifici contemporanei della città di Palermo, che si notano suprattutto sul frontone d’ingresso con colonne sottili e nello stile dei balconi . Dal 2007 è stato riaperto dalla Provincia e utilizzato per mostre ed eventi culturali. (Fonte: wikipedia)

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: web

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, Web 

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

 

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente). Pertinente solo se riferito a beni tangibili con indirizzo associato.
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Share