Palazzo della Vicaria

Fonte: web

Il luogo fu utilizzato dal 1655 al 1965 come carcere, è stato ricostruito nel 1820, su progetto dell’architetto La Bruna nella zona anticamente occupata da un complesso di case appartenenti alla Compagnia di Gesù, già in precedenza utilizzate come celle. Il risultato è una struttura che si eleva su quattro piani caratterizzato da quattro imponenti telamoni in tufo stuccato. Un grande cortile interno fornisce la luce ai locali interni.  Oggi il Palazzo è sede del Museo d’Arte Moderna e Contemporanea “G. Perricone” – Collezione La Salerniana

Bene vincolato ai sensi del D.lgs. 42/2004 (D.D.G. n.184 del 17.02.10) in quanto presenta interesse culturale per la sua unicità in riferimento alla storia locale al contesto urbano-territoriale e per la qualità formale e la stratificazione architettonica che lo caratterizzano

scarica decreto:

D.D.G. n. 4442 del 02.10.17

 

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: Ignazio Caloggero

Contributi informativi: Ignazio Caloggero, Web, Regione Sicilia

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

Facebook Comments

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente). Pertinente solo se riferito a beni tangibili con indirizzo associato.
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Facebook Comments

    Share