Voti, Commenti e Esperienze utente
Dai una valutazione (da 1 a 5)
0.000

Orto della Cuti

Ricognizione sistematica di superficie.

Ai lati della trazzera che da Cuti conduce a Portella dell’Inferno (probabilmente l’antico percorso che collegava il centro di Terravecchia con l’insediamento di Monaco), si rinvengono sul terreno numerosi frammenti di solenes, kalypteres e di ceramica acroma. Uno scavo clandestino ha messo in luce un breve tratto di muro a secco, costituito da un filare di ciottoli sbozzati, orientato in senso E – O. Dalla terra scavata provengono pochi frammenti di ceramica acroma. Nell’area sorgeva forse una piccola fattoria frequentata in età greca.

Età greco-coloniale

Fonte testo: Relazione archeologica Elettrodotto a 380KV in doppia terna – Chiaramonte Gulfi – Ciminna ( https://va.minambiente.it/File/Documento/62560)

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto:  

Contributi informativi: Relazione archeologica Elettrodotto a 380KV in doppia terna – Chiaramonte Gulfi – Ciminna/ Ignazio Caloggero/ Web

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

 

Condividi/Share
Share
Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente). Pertinente solo se riferito a beni tangibili con indirizzo associato.
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Condividi/Share
    Share
    Share