Condividi/Share
Share
Informazioni Dettagliate
Condividi/Share
Share

Museo degli strumenti musicali multietnici “Fausto Cannone”

Il Museo degli strumenti musicali multietnici “Fausto Cannone” è dedicato alla musica ed è ospitato nei locali della Ex Chiesa di San Giacomo de Spada 

Il museo ospita oltre duecento strumenti che provengono dalla Thailandia al Tibet, dalla Nuova Guinea al Sudamerica, dalla Polinesia alla Cina dall’Australia all’Argentina, dal Sudafrica a diversi stati europei. La maggior parte di essi sono degli strumenti poveri, fatti con parti di piante o animali, ma ci sono anche pregevoli prodotti artigianali.[3]

Fra gli strumenti visibili nel museo ci sono: flauti, cembali, tamburi, cornamuse, fisarmoniche, trombe, violini, chitarre, mandolini, armoniche. Eccone un elenco:

  • crotalok: strumento a tre corde delle isole Mauritius, nell’oceano Indiano; è il primo della collezione in ordine di tempo
  • xilofono: suonato nei monasteri buddisti durante le funzioni religiose; il telaio è scolpito in un unico blocco di ebano, raffigurante tre draghi, con tavolette di varia lunghezza
  • charango boliviano: strumento rarissimo perché ricavato dal guscio di armadillo, oggi una specie protetta.
  • violino italiano del 1714.
  • didjaridn: strumento a fiato con un solo foro, regalatogli dal capo di una tribù di aborigeni della Tasmania, a sud-est dell’Australia.
  • rebab, Algeria: strumento ad arco originario dell’Afghanistan, e diffuso dagli arabi in nord Africa, e nei paesi del Mediterraneo.
  • sarinda, strumento a corde della musica folk dell’India o del Nepal; simile al liuto e al violino, viene suonato con un arco.
  • gansira
  • swarpeti: strumento di legno, funzionante su un sistema di soffietti, simile all’harmonium
  • bansuri, flauto indiano
  • takita
  • marambao
  • vojnica
  • iakir
  • sitar
  • bouzuki: strumento a corde greco o irlandese
  • rombadao,
  • guzla: strumento musicale dei popoli serbi e croati, simile a un violino, con cassa armonicacurva e una sola corda ricavata dal crine di cavallo
  • shamir
  • banjo
  • sanzas (Camerun): tastiera in metallo o bambù), con una cassa di risonanza
  • liuto pì pà: strumento cinese a 4 corde
  • flauto dell’Amazzonia
  • balalaica russa.

(Fonte: Wikipedia)

 

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: web

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, Web 

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

 

Condividi/Share
Share
Informazioni di contatto
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

Your Name (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message

Condividi/Share
Share
Share