Voti, Commenti e Esperienze utente
Dai una valutazione (da 1 a 5)
0.000
Luogo
Da geolocalizzare

Monte Gallo – Grotta delle Vitelle

Grotta di interesse preistorico con presenza di arte rupestre. 

” La grotta si apre ai piedi dello spigolo Coda di Volpe, con un ingresso triangolare di m 6 di base per m 10 di
altezza, in parte sbarrato da un robusto muro che ebbe funzione di para schegge nella provvisoria occupazione
abitativa durante lo scorso conflitto mondiale. Sulla parete destra una fascia di perforazione di organismi litofagi
marini firmano la presenza del mare. Nel piano di calpestio affiora la roccia e lo afferma anche il Vaufrey “où il
ne reste plus aujourd’hui aucune trace de remplissage”; questa doveva affiorare anche quando fu abitata verso
la fine del paleolitico per la presenza, nel lato destro e ad un terzo dal fondo, di un gruppo di 23 incisioni lineari.
Fra le linee se ne distinguono due convergenti che formano un angolo acuto, interpretate come una figura
vulvare ed una ondulata (cm 20), modulata a mo’ di dorso di un grande mammifero: cervo o cavallo.
Nella parete destra, in fondo, si osservano tratti di colore nero, che fanno pensare ad iscrizioni o disegni
evanidi per lo strofinio del dorso degli animali. E’ leggibile, disegnata pure in nero, una scaletta (cm 26) con una
decina di pioli. Le caratteristiche fisiche del colorante nero hanno un aspetto identico a quello delle iscrizioni
della Grotta Regina.
Secondo il rapporto di Anca e Gemmellaro (1867) dalla grotta delle Vitelle proverrebbero resti di Elefante.
Per quanto detto prima, riguardo il piano di calpestio, la notizia è inverosimile. La provenienza di questi resti
non è possibile attribuirla neppure alla vicina grotta Perciata perché lo stesso Anca che vi scavò (1959) incontrò
esclusivamente sedimenti antropici e non indagò oltre. ” (Testo: Giovanni Mannino: Le Grotte di Monte Gallo: in Notiziario Archeologico Soprintendenza di Palermo 15/2016)

Documenti di approfondimento:

Gianfranco Purpura: Raffigurazioni di navi in alcune grotte dei dintorni di Palermo. Estratto dalla rivista “Sicilai Archeologica” Anno XII n. 40 2° semetre 1979

scarica il documento: Raffigurazioni di navi in alcune grotte dei dintorni di Palermo

Giovanni Mannino: Le Grotte di Monte Gallo: in Notiziario Archeologico Soprintendenza di Palermo 15/2016

scarica il documento: G_Mannino_Le_Grotte_di_Monte_Gallo_Notiz

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: https://cesmap.it/cesmap-trovate-le-impronte-di-mani-paleolitiche-in-sicilia/

Contributi informativi: Ignazio Caloggero Web

COMUNICATO: Bene catalogato ma parzialmente geolocalizzato. Vi invitiamo a fornire il vostro contributo fornendoci informazioni utili  che ci permettano di geolocalizzare il bene catalogato. Si veda anche “Patrimonio Culturale da Geolocalizzare

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

 

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente). Pertinente solo se riferito a beni tangibili con indirizzo associato.
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message