Voti, Commenti e Esperienze utente
Dai una valutazione (da 1 a 5)
0.000

Monte Falcone

UT 34 – Monte Falcone: rinvenimento sporadico di età preistorica, ellenistica e tardo-antica; abitato di età arcaica e classica; insediamento di età medievale.

Qui sono stati messi in luce alcuni siloi e parte di una struttura il cui scavo non è stato completato, mentre nell’area circostante sono stati raccolti frammenti di ceramica con decorazione geometrica dipinta, pesi da telaio, frammenti di coppe di produzione tardo-arcaica e alcuni frammenti di ceramica medievale. L’abitato di età arcaica e classica occupa la sommità del rilievo e le sue pendici orientali, settentrionali e meridionali, estendendosi su una supericie di circa 6,8 ettari. Nonostante la pessima visibilità del terreno, si registra un’alta densità di reperti (10/12 rep./
mq) soprattutto lungo le pendici settentrionali, dove la forte inclinazione ha favorito lo scivolamento del materiale archeologico. Numerosi sono gli spietramenti, tra i quali si trovano spesso grossi frammenti di tegole e spezzoni di macine. E’ stato possibile individuare, inoltre,
alcune strutture murarie (Fig. 81); altre, meno visibili, sono indiziate da allineamenti di rocce. Sulla piccola insellatura che separa il monte dalla collinetta sulle cui balze è stata individuata la necropoli, nei pressi dell’area in cui sono stati eseguiti gli scavi, sono presenti delle macchie di vegetazione di forma circolare, di varie dimensioni, e in parte allineate; si tratta di una pianta spinosa detta Panicauru (Eringium campestre). A parte sporadici frammenti di tegole pettinate e di tegole con degrassante vegetale e motivo del pettine inciso, che testimoniano la frequentazione del rilievo in età bizantina e altomedievale, la ricerca ha documentato la presenza di un abitato, che si sviluppa tra il X e il XIII secolo, occupando la sommità pianeggiante dell’altura e di cui è nota anche la necropoli

(Fonte testo: Giuseppe Bordonaro  CARTA ARCHEOLOGICA E SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE DEL COMUNE DI BAUCINA)  

Documento di approfondimento: Giuseppe Bordonaro  CARTA ARCHEOLOGICA E SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE DEL COMUNE DI BAUCINA – Università di Palermo – Dipartimento di Beni Culturali – Palermo 2011 – Volume pubblicato con i finanziamenti dell’Assessorato dei Beni Culturali e dell’I.S. della Regione Siciliana  e del Dipartimento di Beni Culturali e del Comune di Baucina.   

Neolitico?

COMUNICATO: Bene catalogato ma parzialmente geolocalizzato. Vi invitiamo a fornire il vostro contributo fornendoci informazioni utili che ci permettano di geolocalizzare il bene catalogato. Si veda anche “Patrimonio Culturale da Geolocalizzare

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto:  Google

Contributi informativi: Ignazio Caloggero Web

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

 

Condividi/Share
Share
Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente). Pertinente solo se riferito a beni tangibili con indirizzo associato.
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Condividi/Share
    Share
    Share