Condividi/Share
Share
Informazioni Dettagliate
Condividi/Share
Share

Isola di Pantelleria: Montagna Grande e Monte Gibele

Tipologia sito: ZSC – Zona Speciale di Conservazione 

Codice: ITA010019 – Ettari: 3099

Descrizione: 

L’area del SIC, estesa per circa 3187 ettari, include la parte più elevata dell’Isola di Pantelleria, dominata dal rilievo di Montagna Grande (836 m), originatosi per sollevamento vulcano-tettonico, oltre al cono vulcanico di Monte Gibele (700 m). La complessa morfologia di questo territorio è legata alla stessa natura litologica dell’area insulare, esclusivamente vulcanica, che trae origini da diverse masse laviche succedutesi nel tempo e fra loro sovrapposte, al punto da ricoprire anche parte dei numerosi centri eruttivi; in questa parte del territorio si tratta principalmente di vulcaniti acide. Le condizioni climatiche sono qui condizionate soprattutto all’impatto delle correnti aeree, provenienti in prevalenza da nord/nord-ovest, le quali originano perturbazioni nella parte più elevata del territorio, determinando anche la formazione di frequenti nebbie. Dal punto di vista bioclimatico l’area appartiene alle fasce del termomediterraneo secco nella parte bassa, tendente verso il mesomediterraneo subumido, nella parte cacuminale di Montagna Grande. Sono principalmente rappresentate le serie di vegetazione del Leccio (Erico-Querco ilicis sigmetum), legata ai substrati rocciosi lavici, oltre alla serie del Pino marittimo (Genisto-Pino pinastri sigmetum), limitatamente agli andosuoli vulcanici.

Per la sua posizione topografica nel Canale di Sicilia, le caratteristiche geo-morfologiche del territorio, gli interessanti aspetti floristici e fitocenotici, le espressività di un paesaggio lavico minuziosamente modellato dalle attività antropiche millenaria , l’isola di Pantelleria costituisce un’area di notevole interesse naturalistico-ambientale. L’area presenta un rilevante interesse paesaggistico e naturalistico, sia per quanto concerne l’aspetto floristico-fitocenotico, nonché faunistico; l’isola peraltro si colloca lungo la principale zona di migrazione tra Europa ed Africa della Sicilia occidentale. Nell’elenco riportato nella sezione 3.3, vengono menzionati alcuni interessanti elementi della flora, la cui presenza nel territorio è ritenuta di particolare interesse fitogeografico (D).Il sito presenta una rilevante importanza faunistica; si colloca peraltro lungo la principale zona di migrazione tra Europa ed Africa della Sicilia occidentale. La popolazione di Parus teneriffae che vive sull’isola è considerata l’unica europea. Particolarmente significativa è anche la presenza del Coluber hippocrepis nigrescens assente in Sicilia e nella penisola italiana. Numerose specie di insetti endemiche o comunque minacciate

E’ compresa nella Isola di Pantelleria

Dati ministeriali: Mappa Ministeriale          Formulario Natura 2000

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: web

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, Regione Sicilia

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

Condividi/Share
Share

Facebook Comments

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente)
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Condividi/Share
    Share

    Facebook Comments

    Share