Condividi/Share
Share
Informazioni Dettagliate
Condividi/Share
Share

Complesso Immacolatelle, Micio Conti, boschi limitrofi (ITA070008)

Tipologia sito: ZSC Zona Speciale di Conservazione

Codice: ITA070008 – Ettari: 69

Descrizione:

Si tratta di un’area interessata da grotte di scorrimento lavico ubicata nei pressi di San Gregorio a quote comprese fra i 200 e 300 m. Essa rientra nella fascia
bioclimatica termomediterranea con ombrotipo subumido superiore. Essa si presenta attualmente piuttosto degradata con la presenza di aree coltivate ed incolte.
La vegetazione naturale è rappresentata da piccoli lembi di macchia ad Euphorbia dendroides e da limitati nuclei di Quercus virgiliana. Nelle stazioni rocciose di
tipo semirupestre si insediano aspetti casmofili a Cheilanthes maderensis, mentre sulle superfici più pianeggianti si rinvengono praticelli effimeri.
4.2 Quality and importance
Complesso di grotte vulcaniche, con lembi boscati a prevalenza di roverella ed aspetti a macchia mediterranea in un ambito territoriale interessato da una
progressiva ed incontrollata espansione urbanistica. Il sito, malgrado il suo relativo degrado, conserva ancora numerosissime valenze naturalistiche che
assumono un valore ancora più elevato considerando il contesto fortemente antropizzato nel quale esse riescono a permanere. La chirotterofauna è
particolarmente ricca ed articolata e la sua presenza è certamente legata alle cavità vulcaniche che offrono dei roost particolarmente idonei. Le grotte ospitano
inoltre una peculiare artropodofauna ricca di endemiti siculi, talora estremamente localizzati, specie rare o dagli interessanti adattamenti alla vita troglobia, quali
ad esempio Orectis proboscidata, presente nel sito con una popolazione troglofila che rappresenta l’unico caso di adattamento alla vita nelle grotte che sia finora
noto per questo taxon, le cui larve vivono all’interno della cavità nutrendosi di radici. Di notevole interesse anche la fauna invertebrata silvicola, che rappresenta
una frazione significativa di quella originaria che un tempo disponeva certamente di aree più ampie ed in migliore stato di conservazione ed il cui studio riveste
quindi un grande interesse scientifico, annoverando fra l’altro molti endemiti e specie stenotope e stenoecie.

Dati ministeriali:  Formulario Natura 2000

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: web

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, Regione Sicilia

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

Condividi/Share
Share
Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente)
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

Your Name (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message

Condividi/Share
Share
Share