Chiesa di San Calogero – Agrigento

UBICAZIONE Piazzetta San Calogero

DATAZIONE XII-XX sec.

DESCRIZIONE: Probabilmente, risale al periodo tra il XII e il XVI secolo, la facciata è stata rinnovata nel 1938. Dell’architettura originaria rimangono due finestre monofore a sesto acuto. Da un documento datato 1540 in occasione della visita pastorale del vescovo Pietro d’Aragona e Tagliavia (1540-1543) nel quale si legge: “Ecclesia di Santo Caloyaro fora la ditta cita di Girgenti”. Nel 1574, la chiiesa, venne ingrandita. Un documento, datato 1765, ci informa che attorno la chiesa e all’eremo, si estendeva un piccolo giardino che apparteneva alla “venerabile chiesa di S. Calogero” e confinava con le grotte, forse abitate da qualche eremita. Nel 1863, il complesso calogeriano fu affidato ai frati Francescani che dovettero cedere il convento di S. Vito per essere stato trasformato in carcere. I Frati trasformarono l’eremo in conventino e arricchirono la chiesa collocandovi una statua marmorea della Madonna, di scuola gaginesca, un Crocifisso ligneo del ‘600, attribuito al Pintorno, e statue di S. Diego, San Pasquale e S. Vito. Nel 1866, a seguito delle leggi eversive, i Francescani dovettero lasciare in complesso anche se a loro restò la custodia del tempio.

CURIOSITA’ Durante i festeggiamenti di San Calogero (prima settimana di luglio) è tradizione lanciare da parte dei fedeli delle pagnotte aromatizzate, vengono inoltre distribuite gratuitamente ceste di pane fresco. Tutto questo è legato alla leggenda di San Calogero. Si narra, infatti, che il monaco Calogero, venuto in Sicilia ad evangelizzare e diffondere la fede cristiana, durante un lungo periodo di pestilenza andasse in giro a chiedere del pane da dare ai poveri. La gente, rintanata in casa per paura della peste, al passaggio del monaco avrebbe lanciato il pane dalle finestre per evitare che Calogero si avvicinasse troppo alle proprie abitazioni. Bene inserito nell’elenco dei beni storico artistici vincolati (D.M 364/09 del 27/06/1929)

Inserimento scheda: Heritage Sicilia
Nota : Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire fornendo informazioni e/o immagini anche attraverso il gruppo facebook “Heritage Sicilia

Scopri altro su Banca dati del Patrimono Materiale di Sicilia

Conosci le banche dati del Patrimonio Culturale siciliano: Data Maps Heritage

Facebook Comments

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente). Pertinente solo se riferito a beni tangibili con indirizzo associato.
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Facebook Comments

    Share