Condividi/Share
Share
Informazioni Dettagliate
Condividi/Share
Share

Cattedrale (Chiesa dell’Annunziata) – Acireale

chiesa madre acireale

La Basilica Cattedrale di Acireale è ubicata nella piazza del Duomo. Dedicata a Maria Santissima Annunziata, la Basilica viene comunemente attribuita al culto di Santa Venera, la patrona della città di cui conserva le reliquie. Fu elevata a Cattedrale nel 1870. Tutto il complesso è costituito da una serie di aggiunte. La chiesa ancora nel XV secolo era costituita da una sola cappella, poi grazie a cospicue donazioni dei cittadini ed all’arrivo delle reliquie di Santa Venera fu ampliata. Subirà i danni del sisma del 1693. Il prospetto venne realizzato a partire dal XVII secolo. Il portale marmoreo, rappresentante l’Annunciazione fu realizzato nella bottega messinese di Placido Blandamonte nel 1668. I due campanili svettanti in stile manierista a base ottagonale, pur se identici non sono coevi. Il campanile lato sud e la cupola sono del 1655. Il campanile lato nord, il rosone e le restanti decorazioni del prospetto sono invece in stile neogotico, realizzati nel 1890 su progetti di Sebastiano Ittar e Giovan Battista Filippo Basile (padre del maestro liberty Ernesto Basile). L’interno, a croce latina, è in stile barocco. Si può ammirare la Cappella di Santa Venera (1658) dove si conservano le reliquie, la statua della santa, opera di Mario D’Angelo (1651) ed il fercolo argenteo (1658-1670). Gli affreschi della cappella sono stati realizzati nel 1712 da Antonio Filocamo. Gli affreschi del transetto e della cupola vennero realizzati da Pietro Paolo Vasta, fra il 1738 ed il 1739. La volta fu invece affrescata da Giuseppe Sciuti (fine XIX secolo). Altre opere di Vito D’Anna e Giacinto Platania. Nel transetto si trova una meridiana realizzata da Christian Frederick Peters (1844) ed ornata con i simboli dello zodiaco da Giovan Francesco Boccaccini. Inoltre si trovano alcuni sarcofagi di pregevole fattura.

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: Ignazio Caloggero

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, Web 

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

 

Condividi/Share
Share

Facebook Comments

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente)
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Condividi/Share
    Share

    Facebook Comments

    Share