Condividi/Share
Share
Informazioni Dettagliate
Condividi/Share
Share

Cardi in pastella

cardi-in-pastella

 

Prodotto inserito nell’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali (PAT)

Tipologia PAT : Prodotti della Gastronomia

Area di Produzione: Palermo

Ricetta 

I cardi in pastella sono dei cardi bolliti, passati in pastella e fritti.

Ingredienti

Per la pastella:
  • farina 00: 250 gr
  • lievito di birra: 6 gr
  • zucchero: 1 pizzico
  • sale: 1 pizzico
  • acqua tiepida: q.b.
  • cardi: 3-4
  • limone: 1
  • farina: 1 cucchiaio
  • sale q.b
  • per friggere: olio d’oliva

Procedimento

Pulite i cardi rimuovendo le estremità e le parti più dure.
Tagliateli per la lunghezza e metteteli man mano in una ciotola con acqua, limone e il cucchiaio di farina sciolta in un poco di acqua. L’aggiunta della farina serve a togliere il caratteristico sapore amarognolo dei cardi. 

Aggiungere il sale e far cuocere per un tempo variabile da 30 a 60 minuti. Il tempo di cottura è solo indicativo perché dipende moltissimo dalla tenerezza dei cardi.  

I cardi sono cotti quando infilzando con una forchetta il gambo risulteranno teneri.

A fine cottura scolarli e asciugarli bene quindi passarli alla pastella lievitata, che intanto avete preparato e friggire in abbondante olio caldo.

 

Per preparare la pastella impastate la farina, il lievito, sciolto in poca acqua tiepida, e lo zucchero. Quando l’impasto sarà ben amalgamato aggiungete il sale e continuate a lavorare fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo, molto morbido.

Ecco una videoricetta proveniente dalla rete:

 

Scheda tecnica del prodotto agroalimentare tradizionale (P.A.T)

Territorio interessato alla produzione: Palermo.

Descrizione sintetica del prodotto: Prodotto tipico delle friggitorie palermitane costituito da cardi avvolti da una pasta a base di farina e fritti.

Descrizione delle metodiche di lavorazione e stagionatura: Ingredienti: cardi, farina, chiara d’uovo, olio d’oliva, aceto, sale.

Materiali  e    attrezzature  specifiche  utilizzate  per  la  preparazione  e  il condizionamento:  Nessuna attrezzatura specifica.

 

Descrizione dei locali di lavorazione, conservazione e stagionatura: Laboratori di gastronomia e ambienti domestici.

Elementi che comprovino che le metodologie siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni: “A Palermo entrando in città, ad ogni angolo troverete tavole calde e friggitorie, dove sono esposte fumanti ed invitanti, le arancine, i cardi in pastella”. (Tommaso D’Alba, Turismo a tavola, in Sicilia Tempo)

 

Fonte Schede Pat: Regione Sicilia 

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Contributi informativi:  Web, Regione Sicilia

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

Condividi/Share
Share
Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente)
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

Your Name (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message

Condividi/Share
Share
Share