Condividi/Share
Share
Informazioni Dettagliate
Condividi/Share
Share

Boschi di San Mauro Castelverde

Tipologia sito: ZSC – Zona Speciale di Conservazione 

Codice: ITA020003 – Ettari: 3559

Descrizione: 

 L’area del SIC, estesa complessivamente per circa 3.481 ettari, interessa prevalentemente i territori comunali di S. Mauro Castelverde (prov. Palermo) e, più ad est, di Pettineo (prov. Messina), inclusa soltanto in minima parte il Parco delle Madonie, limitatamente alla zona localizzata sulla destra orografica del torrente Pollina. Nella parte settentrionale si sviluppa la dorsale culminante nelle vette di Pizzo dell’Asino (m 823), Pizzo Scarabeo (m 827) e Serre di Calavri (m 880); il sito si estende poi verso est, inglobando il rilievo di Pizzo Vuturo (m 1223) e Serra di Prato (m 1187), continuandosi poi verso sud, dove vengono altresì comprense le cime di Cozzo Calandra (m 1026), Cozzo dell’Ulmi (m 968), Pizzo Malia (m 804) e Cozzo S. Nicola (m 682). Dal punto di vista geologico, si tratta prevalentemente di arenarie e quarzareniti alternate ad argille, argilliti siltose e sabbiose, marne e calcareniti o argilliti varie. Sulla base della classificazione di Rivas-Martinez, i caratteri bioclimatici del territorio possono riferirsi al termotipo mesomediterraneo (temperatura = 13-16 °C) , con ombrotipo variabile fra il subumido (piovosità: 600-1000 mm) e l’umido (piovosità: > 1000 mm), man mano che si tende verso le fasce submontana e montana. Il paesaggio vegetale è fisionomizzato in prevalenza da ampie estensioni boschive, frammiste a boscaglie, arbusteti e superfici pascolive. Lungo i versanti collinari risulta preminentemente caratterizzato dalla serie della Sughera (Genisto aristatae-Querco suberis sigmetum), abbondantemente diffusa soprattutto alle quote più basse, mentre più in alto si sostituiscono via via altre serie acidofile riferibili ad altre specie quercine più mesofile, ad habitus caducifoglio; tuttavia esse sono in buona parte rappresentate da aspetti secondari, quale risultato dell’utilizzazione del territorio attraverso l’attività cerealicolo-zootecnica.

Si tratta di un comprensorio di notevole interesse fitocenotico, forestale nonché faunistico, nel cui ambito trovano spazio anche diverse entità floristiche che nell’area regionale sono rare o ritenute di rilevante interesse fitogeografico

Ricade nel Parco delle Madonie

Dati ministeriali: Mappa Ministeriale    Formulario Natura 2000

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: web

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, Regione Sicilia

Nota: Il popolamento delle schede della Banca dati Heritage, procede per fasi incrementali: catalogazione, georeferenziazione, inserimento informazioni e immagini. Il bene culturale in oggetto è stato catalogato, georeferenziato ed inserite le prime informazioni. Al fine di arricchirne i contenuti informativi sono graditi ulteriori contributi, se lo desiderate potete contribuire attraverso la nostra area “I Vostri Contributi

Nota esclusione responsabilità

Condividi/Share
Share
Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente)
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione

Your Name (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message

Condividi/Share
Share
Share